photo credits ALTRIPIANI SERVIZI

CAMILLA MONGA (1987) 

Dopo gli studi all’Accademia di Brera e la Civica Paolo Grassi di Milano, Camilla Monga supera le audizioni a P.A.R.T.S Academy e si diploma in choreographic research, approfondendo gli studi con Anne Teresa de Keersmaeker, Bojana Cvejic e Alain Franco. 

Camilla incentra la sua ricerca coreografica su composizione musicale e coreutica.

Collabora con vari compositori e musicisti, tra cui Filippo Vignato, Emanuele Maniscalco, Federica Furlani, Cesare Picco e Taketo Gohara.

I suoi lavori sono presentati in importanti contesti: Biennale Danza di Venezia, Bolzano Danza festival, b.Motion/Operaestate festival, Triennale Teatro di Milano, Teatro Grande di Brescia, Cango, Fabbrica Europa, Dance Umbrella festival London, CND camping Paris, P.A.R.T.S. Bruxelles, Ick Amsterdam.

Dal 2012 collabora come coreografa con il musicista LSKA e nel 2013 viene selezionata a Spazio project diretto e ospitato da Ick Amsterdam, CSC Bassano del Grappa, Stary Browary Poznan e Plesni Center Zagreb. 

Nel 2016 Viene invitata da Virgilio Sieni a rappresentare PARTS Academy alla Biennale di Venezia con 13 objects tributo a Edgard Varese e le avanguardie storiche di fine 900. 

Dal 2017 insegna e conduce workshop per danzatori professionisti presso Accademia del Gesto diretta dalla compagnia CANGO / Virgilio Sieni. Conduce laboratori di pedagogia della composizione coreografica per bambini presso prestigiosi centri artistici e festival come: Democrazia del Corpo/Virgilio Sieni, Are we Human / Verona, Palazzo Grassi a Venezia per Muoviti Muoviti di Susanne Franco, B.motion danza Bassano del Grappa e Enfant Terrible presso Centrale Fies Art Works. 

Nello stesso anno presenta DIRE un lavoro sulla trasposizione ritmica della parola in dialogo con musica, mimica gestuale e danza. Debutta a Bolzano Danza, successivamente viene presentato a Cango, Masque Teatro di Forlì e Teatro Romano di Verona.

Nelle ultime produzioni realizza Duetto in Ascolto con Zeno Baldi, giovane compositore di Casa Ricordi presentato al Teatro Nuovo di Verona in occasione di Art Verona, al MART di Rovereto, al Teatro Grande di Brescia e Triennale di Milano. 

Nel 2019 realizza con il trombonista jazz Filippo Vignato Golden Variations, produzione commissionata da Bolzano Danza e Novara Jazz, presentata in numerosi teatri e festival di importanza nazionale.
Nello stesso anno viene invitata da Virgilio Sieni per realizzare Mirroring, in occasione del premio Veretti sulle musiche del compositore Andrea Sommani con i danzatori di OPUS BALLET e i musicisti della Scuola di Musica di Fiesole. 

È regista e coreografa di Notturni, pièce liberamente ispirata da Notte di Harold Pinter, selezionato da Premio Scenario e presentato in Prima Nazionale a B.motion Teatro / Operaestate 2019. 

Nel 2020 coreografa per MM Company Calling Bach di Cesare Picco e Taketo Gohara, commissione del Teatro Ristori di Verona che debutterà nel 2022.
Nello stesso anno inizia la collaborazione con il compositore e polistrumentista Emanuele Maniscalco per un ciclo di produzioni e progetti che uniscono tecniche di improvvisazione tra danza e musica jazz.
VÆVER è il loro primo spettacolo dal vivo, coprodotto dal Teatro Grande di Brescia e Cango / residenze artistiche Festival Isolotto di Virgilio Sieni. Grazie alla selezione di un progetto europeo, Camilla ed Emanuele realizzano nel 2021 il docufilm Conversazioni Sull’Attimo che documenta il loro metodo di composizione, partendo dall’esperienza avuta con Væver, e parte dei loro progetti ripensati per le installazioni di Landing Art di Artesella.

Nel 2021, Camilla viene selezionata per far parte al progetto europeo Swans never die – vede coinvolti i partners Operaestate Festival Veneto e Centro per la Scena Contemporanea CSC Bassano del Grappa; Festival Bolzano Danza – Fondazione Haydn, Lavanderia a Vapore – Centro di Residenza per la Danza (Piemonte dal Vivo – Circuito Multidisciplinare dello Spettacolo, Coorpi, Didee Arti e Comunicazioni, Mosaico Danza, Zerogrammi); Triennale Milano Teatro e Fondazione Teatro Grande di Brescia; Gender Bender Festival; “Memory in Motion. Re-Membering Dance History (Mnemedance)” – Università Ca’ Foscari Venezia; DAMS – Università degli Studi di Torino – dal quale è nata la performance Swaën con musica di Emanuele Maniscalco e Filippo Vignato, liberamente ispirate da Il Cigno di Camille Saint-Saëns.

Inizia la sua collaborazione con Michele Merola Dance Company e firma le coreografie di EXTENDED nell'ambito di Prove d'autore Anticorpi XL ed è invitata a condurre laboratori di composizione per il centro di formazione Agorà diretto da Michele Merola ed Enrico Morelli.

Nel 2022 è vincitrice del premio produttivo di Bando Abitante che consenitrà di presentare Sull'Attimo grazie al sotegno di Centro Nazionale della Danza Virgilio Sieni, Fondazione CR Firenze e la coproduzione di FDE Bergamo e Armunia. Il lavoro prevede la partecipazione del musicista Emanuele Maniscalco e la collaborazione artistica di Meris Angioletti.

 

CAMILLA MONGA – Choreographer 

Camilla Monga graduated from Accademia d'Arte Drammatica Paolo Grassi in Milan and P.A.R.T.S. Academy directed by Anne Teresa de Keersmaeker in Brussels. 

Since 2012 She has been working as a choreographer with the musician Luca Lska to develop her research in experimenting with sound art for creating audiovisual performances. After her studies with the performance theorist and musicologist Bojana Cvejic, She was invited to share her choreographic research at CND-Paris directed by Mathilde Le Monnier during Summer Camping 2015.

Camilla’s choreographic research is focused on choreographic and musical composition. She collaborates with various composers and musicians, like Filippo Vignato, Emanuele Maniscalco, Federica Furlani, Cesare Picco and Taketo Gohara. 

Her works have been presenting in important contexts, like Biennale Danza di Venezia, Bolzano Danza festival,Julidans Festival, Spazio – ICK Amsterdam, b.Motion/Operaestate festival, Triennale Teatro of Milan, Teatro Grande of Brescia, Cango, Fabbrica Europa, Dance Umbrella festival. 

In 2016 she was invited by Virgilio Sieni to represent PARTS Academy at the Biennale di Venezia with 13 objects tribute to Edgard Varese and the historical avant-gardes of the late 1900s. In 2019 she worked with Filippo Vignato to create Golden Variations, commissioned production by Bolzano Danza festival and Novara Jazz festival, presented in several national theaters and festivals. Since 2020 she has been collaborating with the composer and musicians Emanuele Maniscalco for a cycle of production and projects, in which they merge improvisation skills between dance and jazz music. Their first works is VÆVER, coproducted by Teatro Grande di Brescia and Cango/Virgilio Sieni. 

In 2021 she takes a part for two european projects: Swans never die and for IIC of Moscow she directs the documentary Conversazioni sull’attimo.