HABITUS

progetto di Camilla Monga e Federica Furlani / danza Alice Raffaelli, Camilla Monga e Flora Orciari / musica Federica Furlani / produzione VAN / si ringrazia il Comune di Garda per la gentile concessione degli spazi

Habitus ridefinisce i principi di una danza rituale considerando il rito come un progressivo passaggio da uno stato di coscienza a incoscienza, in cui si manifestano gli effetti che la musica produce sulla sfera emotiva.
Le passioni dell'animo umano vengono tradotte in musica secondo canoni occidentali che prendono ispirazione dalla teoria degli affetti di epoca rinascimentale. Ogni danza si basa sul rapporto tra la musica, i sentimenti che essa rappresenta e gli effetti che produce sull'animo umano, una sorta di “catalogo” dei toni musicali che imita le passioni umane e i fenomeni naturali, rimarcandoli con particolari figure retoriche musicali, dissonanze e cromatismi.

Strumenti classici affiancati da suoni campionati riempiono lo spazio d’azione dando vita ad una performance live elettroacustica, che ha come obiettivo la ricerca di una nuova ritualità.